Aggiungi ai preferiti

Milano, 24 e 25 ottobre 2018

Trading Online Expo

HomeNews › Spazio agli ETF per proteggere il portafoglio

Spazio agli ETF per proteggere il portafoglio

09/10/2018


Gli ETF stanno ottenendo un successo sempre maggiore sia presso gli investitori (istituzionali ed individuali) italiani che presso il grande pubblico di operatori e risparmiatori. Questo perché riassumono le caratteristiche di diversi strumenti finanziari: la diversificazione e la gestione in monte proprie dei fondi e la flessibilità e la trasparenza informativa della negoziazione in tempo reale delle azioni.
 
Inoltre l’ampia offerta consente oggi di costruire asset allocation estremamente diversificate: tutto ciò fa  emergere con forza il potenziale dell’ETF come strumento chiave per poter gestire il rischio del portafoglio.
 
Proprio in quest’ottica, analizzando gli ultimi trend di mercato, si può osservare come gli ETF vengano utilizzati molto spesso in un’ottica “difensiva” ovvero per proteggere il portafoglio dall’andamento volatile dei mercati.
 
Questo utilizzo degli ETF sarà il tema cardine del seminario organizzato da Borsa Italiana “Come proteggere il proprio portafoglio con gli ETF” , previsto nella giornata inaugurale della TOL di Milano, mercoledì 24 ottobre.
 
I relatori Demis Todeschini, Listing and Market Development Manager ETFs, ETPs and Open End Funds Market, e Andrea Tenti, Listing and Products Specialist ETFs, ETPs and Open End Funds Market di Borsa Italiana, si soffermeranno soprattutto sulle caratteristiche e sulle tipologie di ETF che meglio si prestano alla costruzione di portafogli “prudenti” o quelli che hanno caratteristiche “difensive” rispetto a scenari ribassisti.
 
In particolare, verrà posto un focus sugli ETF obbligazionari, che sono sempre più utilizzati dagli investitori italiani: basti pensare che nei primi 9 mesi del 2018 hanno avuto una raccolta netta positiva per 4,1 miliardi euro (circa l’87% dei nuovi investimenti in tutti gli ETF quotati).
 
Altro strumento che verrà analizzato nel dettaglio sarà l’ETF short, ovvero quell’ETF che replica inversamente un indice di mercato. Questo strumento, acquistabile con le stesse modalità di un ETF long, consente di proteggere (parzialmente o totalmente) una posizione lunga rapidamente e con costi decisamente bassi.
 
Per ultimo verranno analizzati anche alcuni cosiddetti “ETF Smart Beta”, ovvero ETF che replicano indici le cui componenti sono selezionate e ponderate con criteri diversi dalla capitalizzazione di mercato, con un particolare focus sugli ETF su indici “low volatility” ovvero su indici composti da società con volatilità storica più bassa.

Di seguito il link al programma della manifestazione.
Per iscrizioni clicca qui.