A tutto trading con le News

di Michela Mercante | Gli appuntamenti alla TOL di Tony Cioli Puviani, trader di lungo corso. "Proverò a spiegare come opero con futures e certificati sfruttando dati macro e notizie".


Tony Cioli Puviani è un appassionato trader di lungo corso. “Sono circa tre decenni che lavoro sui mercati finanziari”, dice, “in particolare da qualche anno sul future Ftse Mib”. Dal 2000 ha deciso che il trading professionale doveva diventare la sua vita, oltre che la sua fonte principale di reddito. E così è stato.
Da gennaio 2013 conduce una trasmissione radiofonica di analisi dei mercati finanziari su Radio Nettuno Bologna. Inoltre, da gennaio 2016 collabora con Investors’ Magazine Italia. Alla TOL sarà presente in tre appuntamenti. “Il mio primo intervento”, spiega, “sarà dedicato ai certificati, Mercoledì 23 Ottobre, 10.15 - 11.15 Area Scavi. Saranno presenti anche Pietro Di Lorenzo, Marco Tosoni e Christophe Grosset di Unicredit”.


Quali strategie con i certificati?
 
Si partirà dallo scenario macroeconomico, soprattutto alla luce di quanto stanno facendo le principali Banche centrali. Analizzeremo dei singoli titoli azionari e degli indici di borsa, per arrivare alla scelta del certificato migliore, coerentemente con la view di carattere fondamentale prima delineata. Da parte mia suggerirò anche certificati con un alto profilo di rischio ma con potenziali rendimenti a due cifre. Del resto, la prudenza non mi appartiene! Ovviamente, spiegherò anche i rischi che si corrono.

Altro?
 
Ho altri due eventi in programma con IW BANK. Uno si terrà Mercoledì 23 Ottobre (ore 11.30 - 12.30) presso Area Scavi del Palazzo Mezzanotte. Si intitola: “Sfruttare le logiche dei fondamentali approfittando della loro incoerenza nella dinamica di formazione dei prezzi”. In questo appuntamento sarò relatore unico e cercherò di sintetizzare il mio stile di trading, basato non sull’analisi tecnica ma sui fondamentali macroeconomici. Con una precisazione: non faccio trading basandomi su delle correlazioni dirette tra qualità dei dati e positività degli indici azionari: tutt’altro!
In un mondo dove l’operatività è prevalentemente meccanizzata, dove ci sono potenti hardware pronti ad elaborare in poche frazioni di secondi una quantità ingente di dati, dove imperano HFT, ovvero sofisticati strumenti software che mettono in atto negoziazioni ad alta frequenza cercando di sfruttare la minima inefficienza, un operatore discrezionale, come il sottoscritto, specie in una attività di scalping, deve prendere in considerazione delle logiche utili a crearsi dei vantaggi abbandonando altre vecchie logiche oramai obsolete. Come fare? Sarà il cuore del mio intervento.
 
Infine?
 
Il terzo appuntamento dal titolo “Tradare le notizie su azioni e derivati sugli indici” lo gestirò con Alberto Tasca, operatore su azioni in prevalenza del mercato italiano. Insieme cercheremo di dimostrare come sia possibile operare discrezionalmente sfruttando i dati elaborati dalle agenzie di informazioni, anche dopo alcuni minuti dal loro rilascio. L’appuntamento è Giovedì 24 Ottobre in Sala Convegni (11.30 - 12.30).

 

Pubblicato il 26/09/2019