Certificates personalizzati con Vontobel

di Daniel Settembre | Francesca Fossatelli, responsabile public distribution Italy, illustra le novità: “Ci muoviamo su più fronti: i Certificati attivi, la nuova gamma Investment e la promozione di ITCup”.


“Alla TOL metteremo l’accento su tre elementi di novità che hanno caratterizzato il nostro lavoro degli ultimi mesi sul mercato italiano”, sottolinea Francesca Fossatelli, responsabile public distribution Italy di Vontobel Investment Banking, “la dinamicità dei certificati attivi, le peculiarità della nostra recentissima gamma di Investment Certificate e, infine, la sponsorizzazione in corso della ITCup”.

Ci può spiegare più in dettaglio?

Iniziamo con i certificati attivi. Rappresentano un importantissimo passo avanti nell’innovazione di prodotto per tutto il settore, in quanto sono il primo ‘ponte’ tra il mondo dei certificati e quello dei fondi attivi. Essi, infatti, consentono agli investitori di combinare i benefici offerti da una strategia di gestione attiva con la struttura trasparente e versatile di un certificato quotato in Borsa, che può contare, quindi, su una struttura fiscale efficiente. Su questo terreno Vontobel è stato pioniere, con la quotazione a fine giugno dello Strategic Certificate sulla Belt and Road Initiative, realizzato con l’advisory della China Construction Bank International Asset Management.
 
Il secondo elemento?
 
Sono gli investment certificate. Su questo terreno siamo appena sbarcati con una gamma di Certificati Bonus e Bonus cap. Un primo passo in un nuovo contesto – fino a ieri eravamo concentrati su Benchmark e Certificati a Leva Fissa – che intendiamo presidiare sempre con il l’approccio innovativo che ci caratterizza. In questo caso l’innovazione per noi significherà personalizzazione di prodotto: vogliamo costruire dei certificati di investimento il più possibile personalizzati, per rispondere in modo sempre più puntuale alle esigenze di trader e investitori.
 
La terza sfida?
 
In ultimo, ma altrettanto importante, la promozione dell’ITCup, quindi una vera sfida, diciamo pure la più famosa competizione di trading con denaro reale che quest’anno si tiene esclusivamente sui certificati di Vontobel quotati su Borsa Italiana.

Come si caratterizza la vostra presenza alla TOL 2019?

Crediamo molto in questa manifestazione e la consideriamo anche un’ottima opportunità educational per chi si vuole avvicinare al mondo del trading. Tanto che nelle edizioni 2019 abbiamo voluto moltiplicare le opportunità di interazione tra investitori e i cosiddetti “coach”, i trader esperti che partecipano attivamente alla competizione e che comunicano periodicamente le proprie strategie e tecniche operative proprio sui certificati e covered warrant, aumentando il numero di webinar ed eventi dedicati.
 
Quali altri progetti per i prossimi mesi?
 
Espanderemo la nostra gamma sia dal punto di vista del numero di sottostanti (già oggi più di 60), che a livello di tipologia di prodotto, dalla gamma di certificati Benchmark tematici agli investment certificate. La quotazione a inizio ottobre dei Bonus e dei Bonus cap è solo il primo passo; Vontobel intende presidiare questo segmento in modo ampio, portando sul mercato diverse strutture.
 
Quali trend riscontrate nel mercato dei certificati?
 
Mi soffermerei su due macro-filoni: la crescente attenzione di consulenti finanziari e investitori istituzionali verso tale tipologia di prodotti e un’attenzione sempre maggiore alle tematiche Esg.
Consulenti finanziari e investitori istituzionali percepiscono sempre più i certificati come strumenti caratterizzati da un alto livello di efficienza e di trasparenza; viene poi apprezzata la loro capacità di offrire payoff molto appetibili, che nessun altro strumento è in grado di offrire.
Anche nel mondo dei certificati, poi, il tema Esg comincia ad avere rilevanza.
 
Può indicare come vi state muovendo?
 
Abbiamo implementato all’interno del nostro sito l’assegnazione di un bollino che certifica l’aderenza del singolo strumento ai criteri Esg. Tale assegnazione avviene tramite una duplice verifica, sia a livello di emittente che di sottostante: ISS Oekom, agenzia di rating Esg, certifica Vontobel quale società Esg; per quanto riguarda il sottostante, è il team di ricerca di Vontobel AM a verificare se esso possa essere considerato Esg compliant o meno. In tal modo gli investitori possono immediatamente distinguere i prodotti Esg e scegliere di implementare una strategia di investimento che tenga conto di tali parametri.
 
Cosa vi aspettate per l’anno prossimo?
 
Ci aspettiamo un’ulteriore crescita del settore dei certificati, in particolare una maggiore diffusione all’interno del portafoglio di investitori privati, consulenti finanziari e investitori istituzionali.
 
Quale il vostro impegno sul fronte della formazione?
 
La formazione è davvero il nostro pane quotidiano. Ha infatti cadenza giornaliera lo sforzo educational Vontobel fa sul mercato italiano attraverso Investv, dove ci avvaliamo dell’ausilio dei top trader italiani. Partecipiamo a numerosi eventi sul territorio e webinar online, in collaborazione con broker e reti, nonché organizziamo incontri e chiamate su richiesta per i consulenti finanziari. Inoltre, a breve – sul nostro sito web – terremo anche dei seminari di alto livello su come si costruisce un certificato. Si tratta di seminari targettizzati per clienti istituzionali e clienti con un alto grado di preparazione interessati ad approfondire la strutturazione dei Certificati di Investimento. I seminari saranno accessibili a tutti tramite registrazione.

Pubblicato il 14/10/2019