Dalla Spagna arriva iBroker

di Daniel Settembre | Giorgio Fameliaris, Country Manager Italia: “Siamo specializzati in derivati. Invito tutti allo stand per conoscere le nostre piattaforme proprietarie di trading web e mobile”.


iBroker ha appena fatto ingresso nel mercato italiano. E proprio la TOL di Borsa Italiana rappresenta una importante occasione per presentarsi alla comunità di trader e investitori italiani, con la propria proposta di prodotti e strumenti per il trading online. “La nostra peculiarità”, spiega Giorgio Fameliaris, country manager Italia di iBroker, “è quella di essere un intermediario specializzato solo in derivati, fornendo accesso a tutti i principali prodotti e mercati: futures e opzioni, forex, cfd su azioni e etf, cfd su indici, materie prime e criptovalute”.

Quali saranno nel dettaglio le novità per la manifestazione di Borsa?
La novità che porteremo sono innanzitutto le nostre piattaforme di trading web e mobile, sviluppate con tecnologia proprietaria. Sono piattaforme il cui focus principale è l’esperienza di trading dell’utente: puntiamo a semplicità, intuitività e trasparenza, abbinando strumenti di trading professionali ad una struttura commissionale molto competitiva. Un’altra novità è la possibilità di operare dalla piattaforma TradingView utilizzando le credenziali e i dati di mercato del proprio conto iBroker.

Per i prossimi mesi a cosa state lavorando? 
In iBroker tecnologia e sviluppo fanno parte del nostro DNA, pertanto ci sono sempre progetti in cantiere. Al momento stiamo lavorando all’integrazione con la piattaforma di trading MT5, che sarà disponibile nei prossimi mesi, e all’ampliamento della nostra offerta di opzioni: da un lato aggiungeremo nuovi contratti - come le opzioni settimanali del mercato Eurex su indici Dax e Eurostoxx e le opzioni sui principali indici azionari quotate sul Cme; dall’altro, aggiungeremo nuovi strumenti di analisi a un pacchetto che già include, tra l’altro, il calcolo in tempo reale della volatilità implicita, delle greche e dei margini di garanzia.
Un altro progetto che stiamo portando avanti è la produzione di documenti fiscali conformi alla normativa italiana, senza alcun costo aggiuntivo per il cliente.

Cosa sta succedendo dal punto di vista della regolamentazione?
Sono convinto che la regolamentazione continuerà ad essere protagonista nel settore degli investimenti e del trading online, come lo è stata negli ultimi anni. In particolare, assisteremo a un progressivo allineamento globale della regolamentazione per la protezione della clientela retail, che avrà come riferimento i principi Esma applicati nei paesi dell’Unione Europea, in particolare quelli sulla leva finanziaria.
In generale, le varie e importanti modifiche del quadro normativo degli ultimi anni, tra cui Mifid, Emir e Gdpr, dimostrano quanta capacità di adattamento e dinamismo siano indispensabili per le imprese operanti nei mercati finanziari. A mio avviso l’utilizzo di tecnologia proprietaria continuerà ad avere un ruolo fondamentale e fornirà un vantaggio competitivo a chi la possiede. A causa dei cambiamenti di regolamentazione e dei limiti nella capacità di adattamento di molti attori, assisteremo probabilmente a un ridimensionamento e diminuzione degli intermediari specializzati in prodotti scambiati su mercati non regolamentati come forex e cfd, soprattutto quelli con sede al di fuori dell’Unione Europea.

Con che conseguenze?
In questo contesto i mercati regolamentati di futures & opzioni si ritrovano ad avere una occasione importante per incrementare gli scambi nelle proprie sedi di negoziazione, conquistando una quota di mercato finora in mano a broker cfd. Basti pensare al successo riscosso dai contratti “Micro” emessi dal mercato Cme, contratti con un valore nozionale ridotto, in linea con le esigenze della clientela retail, sui quali sin dal loro lancio a maggio di questo anno sono stati registrati volumi di scambi molto importanti.

Quali le proposte iBroker sulla formazione?
L’attività di formazione si svolgerà principalmente attraverso video formativi e live webinars disponibili gratuitamente ai clienti, sia con conti reali che demo. Alcuni temi saranno presentati e discussi da membri del team di iBroker, mentre altri da traders e formatori indipendenti, il tutto con l’obiettivo di fornire almeno due eventi live a settimana. Come facciamo già in Spagna, siamo sempre alla ricerca di contenuti e temi che possano creare valore aggiunto alla comunità di traders e investitori, e molto spesso questo input arriva direttamente dai nostri clienti.

Pubblicato il 10/10/2019