Il trading di Webank corre con l’app

di Daniel Settembre | Davide Ferretti, Piattaforme e Servizi Digitali Banco BPM: “Alla TOL presenteremo delle nuove funzionalità per il trading e una T3 ancora più stabile e performante”.


“Nel corso del 2019”, spiega Davide Ferretti, Piattaforme e Servizi Digitali Banco BPM, “da un lato ci siamo concentrati su una serie di interventi volti a migliorare ed estendere le funzionalità dell’app per smartphone; dall’altro, a incrementare la fruibilità, la stabilità e le performance delle piattaforme di trading. Direi che abbiamo compiuto un notevole sforzo di innovazione tecnologica”.

In tal senso, quali saranno le novità che presenterete al TOL?

Al TOL presentiamo un’app molto arricchita nelle funzionalità di trading e una piattaforma T3 ancora più stabile e performante. Abbiamo, inoltre, interamente rivisto l’interfaccia della sezione del sito web dedicata alla ricerca e alla negoziazione di etf e certificates, rendendola molto più completa e di semplice utilizzo. Ora, grazie alla nuova interfaccia di ricerca e selezione di questi strumenti, i clienti possono selezionare e analizzare in modo molto più mirato, sulla base delle proprie esigenze e dei propri obiettivi, quali siano gli strumenti più adatti al trading di breve e all’investimento di medio – lungo periodo.

Cosa rappresenta la manifestazione per voi?
 
La TOL Expo, alla quale partecipiamo sin dalle prime edizioni, rappresenta oggi un imprescindibile momento di confronto con gli operatori di mercato e, in particolare, di relazione e incontro con i clienti. Un’occasione unica di ascolto di trader e investitori finalizzata all’approfondimento delle loro esigenze. Vorrei inoltre ricordare la nostra presenza alla TOL, mercoledì 23, in AREA SCAVI (ore 14.30-15.30), dove si terrà L’arena del Trading: un confronto diretto sul mercato con alcuni tra i migliori trader italiani come Fabio Michettoni, Nicola Para, Sante Pellegrino, Salvatore Scarano e Massimo Vita. A moderare ci sarà Fabio Gaudioso, Key Account Manager presso BPM.
 
Quali i trend del mercato del trading online negli ultimi mesi?
 
Nel 2019 è proseguito il trend delineatosi nel ultimi anni: la bassa volatilità sui mercati e i ridotti rendimenti disponibili sugli strumenti obbligazionari continuano a spingere i clienti alla ricerca di strumenti alternativi dai quali estrarre rendimenti apprezzabili, con una focalizzazione su etf, etc e certificates, sia in ambito trading che in ambito investimenti. In conseguenza di questo, continuiamo ad avere conferme di come siano sempre più importanti gli incontri con i clienti e la formazione, offerta congiuntamente da intermediari ed emittenti di etf e Investment Certificates, in quanto, a fronte della crescita della diffusione di strumenti di non sempre immediata comprensibilità, è indispensabile un pari sviluppo dei momenti in cui trasmettere, al cliente finale, punti di forza e potenziali rischi di ogni strumento finanziario di nuova emissione. Da questa intensa attività di education, fruibile sia online che sul territorio, abbiamo constatato, inoltre, quanto sia sempre forte l’interesse dei clienti per gli strumenti derivati quotati, effetto, a nostro avviso, di una crescita costante della sofisticazione delle necessità degli investitori e dei trader retail.

Cosa vi aspettate per il futuro?
 
Per il prossimo futuro ci attendiamo il proseguimento del trend delineatosi con sempre maggior chiarezza in questi ultimi anni e sintetizzato dalla richiesta da parte dei clienti di un numero crescente di opportunità alternative d’investimento. Il tutto basato sulla disponibilità di servizi semplici e completi, di immediata comprensione e fruizione, che consentano di affrontare con crescente consapevolezza e sicurezza mercati finanziari ogni giorno più complessi.
 
Siamo quasi alla fine dell’anno: un primo bilancio per quanto riguarda l’attività di trading?

Per Banco BPM anche il 2019 è stato un anno estremamente positivo. Registriamo infatti anche quest’anno un progressivo incremento del numero dei clienti operativi sulle piattaforme di trading online, in modo particolare sul segmento di clienti che svolgono attività di investimento a medio periodo anche grazie alla situazione contingente del mercato che, per le ragioni sopra esposte, continua a presentare poche opportunità di trading sul breve e brevissimo periodo. Nel 2019 si conferma la tendenza, già evidenziata negli anni precedenti, di un sempre maggiore utilizzo delle app per smartphone anche per le funzionalità legate all’ambito trading e investimenti.

Pubblicato il 04/10/2019