Main Sponsor
Main Media Sponsor
Partner tecnologico
In collaborazione con

ETF: nuovi trend e strategie di investimento

Di Andrea Tenti | Giovedì 22 ottobre ore 10:15-11:15, alla TOL Expo un seminario organizzato da Borsa Italiana sulle principali novità del mercato ETFplus e sull’utilizzo degli ETF per la costruzione di un portafoglio di investimento.

Borsa Italiana organizza alla Digital TOL Expo un appuntamento totalmente dedicato agli ETF, strumenti sempre più utilizzati dagli investitori italiani, sia istituzionali che retail.
L’appuntamento si terrà giovedì 22 ottobre nel Main Stage (ore 10.15 alle 11:15).
Durante il convegno, dopo una breve panoramica delle caratteristiche e numeri del mercato ETFplus, il trader di fama nazionale Gabriele Bellelli mostrerà con alcuni esempi pratici come utilizzare al meglio gli ETF per la costruzione dei portafogli con in particolare qualche simulazione pratica anche alla luce della volatilità riscontrata in questo 2020.
 
Nella seconda parte dell’intervento si parlerà dei recenti trend del mercato ETFplus.
In particolare si approfondirà  il tema della Finanza Sostenibile, ovvero ETF che replicano indici focalizzati su società che includono nelle loro analisi criteri “ESG” (“Environmental, Social e Governance”) legati a temi ambientali, quali ad esempio le emissioni di CO2, sociali cioè le politiche di genere, per il rispetto dei diritti umani e standard lavorativi, e di governance, come ad esempio le politiche di retribuzione dei manager, la composizione del consiglio di amministrazione.
Questi ETF hanno visto un’importante crescita nel 2020: basti pensare che nei primi nove mesi dell’anno sono stati quotati in Italia ben 46 nuovi ETF di questa categoria e che le masse in gestione in Monte Titoli sono passate da 3,36 miliardi di fine 2019 agli 8,13 miliardi di fine settembre 2020 con un aumento di oltre il 140%.
In particolar modo questi ETF hanno visto sempre nuovi flussi, anche durante i mesi del lockdown, che sono invece stati caratterizzati da disinvestimenti generalizzati un po’ su tutte le asset class.
Altri strumenti che verranno analizzati nel dettaglio sono gli ETF Smart Beta, ovvero ETF che replicano indici le cui componenti sono selezionate e ponderate con criteri diversi dalla capitalizzazione di mercato. In particolar modo verranno analizzate le performance di alcuni ETF low volatility (ETF che replicano indici che selezionano e sovrappesano le società a minor volatilità) che si sono rilevati strumenti efficaci soprattutto durante i primi mesi dell’anno.
Un altro trend che verrà analizzato nel dettaglio sarà quello relativo agli ETF a gestione attiva, ovvero ETF che non replicano passivamente un benchmark, come nel caso di ETF tradizionali, ma la cui strategia di investimento è decisa direttamente da un gestore.
 
Va sottolineato che nel 2020, nonostante sia stato un anno caratterizzato da grande volatilità e disinvestimenti diffusi, gli ETF hanno proseguito nel loro trend di crescita esponenziale: sono stati quotati oltre 100 nuovi strumenti e le masse depositate in Monte Titoli hanno superato gli 86 miliardi di Euro a fine settembre (con un aumento di quasi il 6% year-to-date).
Anche gli scambi sono cresciuti notevolmente: su ETFplus ci sono stati oltre 35mila contratti medi giornalieri (+73,24% rispetto al 2019 – che già era stato anno record) per un controvalore medio di 534 milioni di Euro (+27,31% rispetto al 2019).

*Andrea Tenti è Market Development Manager - ETFs, ETPs and open end Funds Market.
 
 
 

Pubblicato il 12/10/2020

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti contenuti in in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, accetti l'uso di cookie.