Main Sponsor
Main Media Sponsor
Partner tecnologico
In collaborazione con

L’Intelligenza Artificiale sposa l’universo ETF

Di Teresa Ridolfi | Quattro professionisti dei mercati a confronto su strategie e approcci innovativi al mondo degli Exchange Traded Fund. Giovedì 22 ottobre (ore 9:45-10:30) alla Digital TOL Expo 2020.


Dalla clientela retail agli investitori istituzionali gli ETF sono sempre più diffusi nei portafogli, apprezzati per la loro liquidabilità e trasparenza dei costi. Ma conoscerli bene richiede competenza e, soprattutto, saperli selezionare non è materia semplice quanto possa sembrare a prima vista. Di tutto questo si parlerà alla Digital TOL Expo il prossimo Giovedì 22 ottobre (ore 9:45-10:30) nel corso della conferenza dal titolo “(R) Evolutionary approach to investing in ETF”. Sul palco (virtuale) saliranno quattro professionisti del settore (Fabrizio Corrias, Roberto Malnati, Fabio Michettoni e Alessandro Moretti), tutti Soci Professional SIAT, CSTA.
 
Pioniere del trading online in Italia, Roberto Malnati in qualità di CTO per Ten Sigma Sagl, si occupa attualmente di sistemi di analisi quantitativa basati su modelli di intelligenza artificiale. Nel 2017, è stato relatore alla conferenza mondiale IFTA proprio sul tema dell’AI applicata ai mercati finanziari. Alla Digital TOL Expo parlerà di “Tecniche di preselezione di ETF per ottenere l’universo di investimento ideale”.
 
Di cosa si tratta?
 
Alla TOL Expo presenterò in anteprima una nuova metodologia che sarà inclusa nel modulo Data Science del Master SIAT. Il titolo è: “I dati: dal loro approvvigionamento alle tecniche di pre-processing e normalizzazione”.
 
Tema da esperti. Come si collega con l’Intelligenza Artificiale?
 
L’intelligenza artificiale ha già dimostrato di essere estremamente efficiente nell’individuare i trend all’interno di un universo di investimento. Ciò avviene identificando giorno per giorno la composizione ottimale di un portafoglio che sfrutta questi segnali. Ma quando l’universo di questi strumenti è estremamente vasto, penso ad esempio agli oltre 1000 ETF quotati su Borsa Italiana, è necessario un rigoroso processo di selezione, diciamo pure di riduzione, che sia in grado di escludere una grande quantità di “doppioni”, mantenendo nel contempo una corretta diversificazione.
 
Queste selezioni che utilizzo possono avere?
 
Ad esempio, un rigoroso processo di riduzione si rivela molto utile per identificare i fondi di investimento che replicano, sebbene con commissioni maggiori, l’andamento di una ampia selezione di ETF.
 

Pubblicato il 12/10/2020

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti contenuti in in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, accetti l'uso di cookie.