Main Sponsor
Main Media Sponsor
Partner tecnologico
In collaborazione con

Le migliori strategie con le Opzioni

Di Michela Mercante | Dai Vertical Spreads alla gestione del rischio e del timing. Il trader e formatore SIAT Eugenio Sartorelli torna alla Digital TOL Expo di Borsa Italiana. Martedì 20 ottobre, ore 18:00-18:45.

 Può capitare nella vita di passare dall’aeronautica al trading e al Money & Risk Management. È il caso di Eugenio Sartorelli, che dopo una laurea in ingegneria, si è dedicato fin dai primi anni '90 allo studio dell'analisi tecnica e dell'analisi quantitativa. Sartorelli è anche socio ordinario e formatore SIAT e membro del Comitato Scientifico. Da sempre poi la sua passione per il mercato delle opzioni.
Non a caso il primo dei due interventi che terrà alla Digital TOL Expo 2020 di Borsa Italiana si intitola: “Le Opzioni: le migliori strategie per ogni fase del mercato” (martedì 20 ottobre – ore 18:00-18:45).
Commenta Sartorelli: “Le Opzioni sono uno strumento molto versatile che, se ben conosciuto, consente una gestione del rischio migliore rispetto agli altri strumenti finanziari”.
 
In pratica, cosa significa?
 
Significa che i future, e i loro sottostanti, quando vengono acquistati (o venduti) hanno un andamento lineare dell’utile e/o perdita al muoversi del mercato stesso. Anche le opzioni-perdita a scadenza hanno un profilo utile/perdita che è lineare a partire da un certo strike price, mentre è orizzontale per le rimanenti ipotesi di valore del sottostante.
 
Tutto lineare quindi?

Eh no. Le cose si complicano quando si valuta il valore di un’opzione prima della scadenza. Qui intervengono i fattori “tempo” e “volatilità” a delineare differenti strutture di prezzo. Attraverso la combinazione di differenti opzioni si può perciò fare dell’ingegneria finanziaria, ovvero si possono costruire delle strutture di utile/perdita più o meno complesse che hanno anche il pregio di ottimizzare la gestione del rischio.
 
Un esempio?
 
Tra queste combinazioni di opzioni, le più “semplici” sono certamente i Vertical Spreads. Praticamente si acquistano e vendono opzioni su strike differenti, ma medesima scadenza. In questo modo si stabilisce sin da subito quale potrà essere l’utile massimo o la perdita massima dell’operazione. Vi sono diverse strutture di Vertical Spread che vanno modulate sulla base della lettura del mercato sottostante. Ricordo che operare in opzioni non esime dal fare un’analisi del sottostante, ovvero se siamo di fronte a una tendenza al rialzo, al ribasso o una lateralità.
 
Quanto conta il timing?
 
Le tempistiche di apertura di una posizione sono certamente importanti; ma altrettanto importante è la gestione della posizione nel tempo e al variare delle condizioni di volatilità. Come accennavo, sono due fattori fondamentali per comprendere il prezzo delle opzioni e delineare una buona gestione strategica della posizione.
 

Pubblicato il 28/09/2020

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti contenuti in in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione, accetti l'uso di cookie.