May, 18 and 19 2022

TOL Expo

Main Sponsor

Banca Akros
Degiro
iWBank FIDEURAM
Webank

Partner

Intesa Sanpaolo - Imi

Main Media Partner

Class CNBC

Technological partner

In collaboration with

Parola d’ordine, innovazione

Di Michela Mercante | “È la nostra filosofia di base” - dice Margherita Bertossi, Sales Director Italia di GraniteShares, provider globale che spazia dal tech alle crypto. “Ad ora, siamo presenti con 60 ETP su Borsa italiana”.

Dr.ssa Bertossi, circa tre mesi fa GraniteShares ha lanciato su Borsa Italiana la prima gamma di ETP a leva su singoli titoli italiani: quali le ragioni di tale scelta e cosa hanno maggiormente apprezzato i trader?
 
Il nostro obiettivo è quello di instaurare una forte presenza locale, pur mantenendo la dimensione innovativa e globale che ci caratterizza. Tale presenza si traduce sia nella creazione di risorse dedicate sia nello sviluppo di un’offerta prodotti che sia in grado di rispondere alle specifiche esigenze degli investitori presenti sul territorio in cui scegliamo di operare.
Abbiamo continuato ad ampliare la nostra gamma a seguito dell’arrivo su Borsa Italiana, con titoli particolarmente interessanti sia per investitori domestici che internazionali. La risposta da parte dei trader è stata buona e abbiamo osservato giornate di importanti negoziazioni sia sul comparto finanziario, dove troviamo Intesa e Unicredit, sia su quello energetico, con Enel ed Eni.
 
In cos’altro si articola principalmente a proposta di GraniteShares sul mercato italiano degli ETP?
 
Oltre ai titoli italiani, la nostra offerta su Borsa Italiana è prevalentemente composta da titoli statunitensi che possiamo idealmente suddividere in tre filoni. Titoli tech “puri”, con grandi nomi come Meta, Amazon e Microsoft, ma anche player la cui crescita esponenziale si è concretizzata in tempi più recenti, come Spotify, Zoom e Netflix. Vi è poi il tema del futuro dei trasporti: veicoli elettrici all’avanguardia, con Tesla e Nio, ma anche Uber. Infine, abbiamo dedicato alcuni nuovi lanci al mondo dei pagamenti digitali, che si intreccia inevitabilmente con il tema delle cryptovalute, area in cui ci siamo inseriti con la creazione di ETP su Coinbase, Block Inc. e il grosso crypto-investitore MicroStrategy. Tutti i nostri prodotti sono attualmente disponibili in versione long e short con fattore di leva 3. Ultimi, ma assolutamente non per importanza, i nostri ETP sui panieri large cap US tech: FAANG, FATANG e GAFAM, disponibili anche senza fattore di leva integrato.
 
Voi sottolineate di essere un ETF provider specializzato in strategie “high conviction”. Cosa significa?
 
High conviction investing significa letteralmente “investire con elevata convinzione”, selezionare uno o più titoli sulla base di una precisa view di mercato, evitando invece l’eccessiva diversificazione che spesso diluisce il rendimento di una strategia. Nel nostro caso abbiamo fatto di questa filosofia di investimento la nostra missione, creando una gamma di ETP che permette di investire con effetto leva, andando long e short su singoli titoli e panieri estremamente concentrati. Siamo stati i primi a proporre questo nuovo strumento finanziario, che sfrutta i vantaggi strutturali dell’ETP, ovvero trasparenza, liquidità e costi contenuti, per garantire a ogni investitore sofisticato l’accesso a strategie tradizionalmente implementabili attraverso strumenti ben più complessi.
 
Progetti in corso, prossimi ETP in arrivo, c’è qualcosa che può anticipare?
 
Il nostro arrivo in Italia ha sicuramente portato con sé tante novità: siamo stati i primi a proporre questo tipo di soluzioni agli investitori del nostro Paese. Ad oggi su Borsa Italiana abbiamo quotato 60 ETP. Da un punto di vista di sviluppo prodotti, andremo sicuramente ad ampliare l’offerta di titoli investibili attraverso i nostri ETP e,  perché no, variare i fattori di leva. Puntiamo anche a migliorare e incrementare la presenza sul territorio attraverso una serie di iniziative che migliorino la comunicazione con i clienti retail e professionali.
 
GranitiShares commissiona molti sondaggi focalizzati sul comportamento o le aspettative dei trader. Per quale motivo?
 
Per noi è estremamente importante capire come si muoveranno i nostri principali investitori, in modo da orientare la nostra attività in maniera consequenziale. Siamo una società con un forte spirito imprenditoriale e un’elevata specializzazione. Questa nostra identità ci permette, fra le altre cose, di operare in maniera flessibile. Ma per sfruttare al meglio questa nostra flessibilità è importante mantenere aperto ogni possibile canale di comunicazione con i trader.
 
Come prosegue intanto la crescita a livello internazionale di GraniteShares?

 
Molto bene. A metà aprile siamo arrivati a quota $1.9 miliardi di AuM. Il traguardo dei due miliardi è dunque sempre più vicino e siamo certi che l’Italia giocherà un ruolo fondamentale nel suo raggiungimento.

Pubblicato il 17/05/2022

We use first and third party cookies to ensure the functionality of the site, to collect statistical information about how many users access the site. For more information about our use of cookies you can view our cookie policy and you can consent or refure to each individual cookie by clicking on "Choose cookies".
If you click on the "X" to close the banner, no cookies will be installed on your device except for those necessary for the proper functioning of the site.