May, 18 and 19 2022

TOL Expo

Main Sponsor

Banca Akros
Degiro
iWBank FIDEURAM
Webank

Partner

Intesa Sanpaolo - Imi

Main Media Partner

Class CNBC

Technological partner

In collaboration with

Un portafoglio contro la volatilità

Di Claudio Del Dongo | “Alla TOL parleremo di strategie e asset allocation”, spiega Salvatore Gaziano di SoldiExpert - “E di come difendere il proprio patrimonio”. Giovedì 19 maggio, Sala gialla, ore 9.15-10.30.


Dr. Gaziano, in che modo SoldiExpert parteciperà alla TOL Expo 2022?

 
Nel nostro intervento, preciso che sarò insieme a Roberta Rossi, Responsabile Consulenza SoldiExpert, parleremo di come costruire un portafoglio che regga lo stress dei mercati in una fase estremamente volatile.  
I primi quattro mesi dell’anno per i mercati azionari e obbligazionari sono stati movimentati .  Wall Street nel primo quadrimestre ha registrato un -13,3% l’indice S&P 500.L’obbligazionario ha subito un rallentamento, alla luce delle aspettative sull’inflazione e in vista di politiche restrittive delle Banche centrali.  
Nel passato, dagli anni ’60 in poi, a fronte di un ribasso forte dell’azionario nel 70% dei casi l’obbligazionario governativo Usa era invece salito con un rendimento medio del 2,3%.. 

Che fare, quindi?
 
Nella conferenza ci occuperemo quindi di diversificazione e strategie di portafoglio. Ovvero come valutare se il proprio portafoglio di azioni, ETF, fondi o obbligazioni è sostenibile, come capire i punti di forza e di debolezza e dove è più facile intervenire. Dai costi dei prodotti sottostanti al mix più adatto, dalle strategie più dinamiche ai cosiddetti lazy portfolio, i “portafogli pigri”. 
Approfondiremo, dunque, quel che occorre sapere, le strategie di asset allocation, le soluzioni più costose da evitare, gli strumenti da guardare con maggiore diffidenza e soprattutto le analisi da condurre, eventualmente anche da soli. 

Come si compone una strategia ottimale, in tempi difficili?

A parlare saranno soprattutto le evidenze dei mercati e l’andamento delle varie asset class nel tempo come rendimento/rischio, poiché se il futuro è imprevedibile capire cosa è successo nel passato è imprescindibile per chi investe e non vuole ripetere gli stessi errori. 

Qualche esempio?

Il boom che stiamo vedendo da inizio anno per alcuni titoli e comparti lo  dimostra. Dopo periodi di forti rialzi, si diffonde sempre la convinzione che investire sia facile e che basti fare dei “cocktail” di titoli per guadagnare. Non è così. Accanto a questo, c’è chi considera l’investimento in azioni difficile. E magari tiene i soldi liquidi, senza rendersi conto che ogni giorno l’inflazione se ne mangia un po’.
Con un approccio laico, senza conflitti d’interessi nello spingere un prodotto piuttosto che un altro, e da consulenti finanziari indipendenti, cercheremo di offrire un punto di vista differente, documentato e utile per quei risparmiatori e investitori che in una fase caratterizzata da diverse tensioni (inflazione ai massimi dal 1991 in Italia, guerra in Ucraina, rendimenti reali negativi, boom dei prezzi delle materie prime) vogliono capire cosa fare e cosa non fare, del proprio patrimonio e come investirlo in modo oculato e con il giusto rapporto rischio/rendimento.  


 

Pubblicato il 09/05/2022

We use first and third party cookies to ensure the functionality of the site, to collect statistical information about how many users access the site. For more information about our use of cookies you can view our cookie policy and you can consent or refure to each individual cookie by clicking on "Choose cookies".
If you click on the "X" to close the banner, no cookies will be installed on your device except for those necessary for the proper functioning of the site.