October 20, 2021

Trading Online Summit

Platinum Sponsor

Main Media Sponsor

Fintech Partner

Educational Media Partner

Technological partner

In collaboration with

Un orologio Intermarket sui mercati

Di Claudio Del Dongo | In vista del TOL Summit, un webinar per fare il punto su bond, azioni e commodities con Eugenio Sartorelli, trader di lungo corso ed esperto in Opzioni e Futures. Appuntamento lunedì 11 ottobre, ore 17.45-18.15.


Eugenio Sartorelli è un trader di lungo corso. Con la particolarità di una laurea in Ingegneria Aeronautica (Politecnico di Milano), seguita da un Master in Business Administration. Insomma, di numeri se ne intende. Esperto in Opzioni e Futures, è socio ordinario SIAT e membro del Comitato Scientifico. Ha fondato il sito di analisi e trading www.investimentivincenti.it e, più recente, il sito di video www.teletrading.tv.
Il prossimo lunedì 11 ottobre, nell’ambito del TOL Training terrà un webinar dal titolo “Situazione dei Mercati e fase Intermarket” (ore 17.45-18.15).
 
Ing. Sartorelli, cosa osservare più da vicino per cogliere il momentum dei mercati finanziari?

In questa fase dei mercati ritengo si debba porre un’attenzione particolare ai rendimenti dei Bond Governativi, soprattutto per l’area Dollaro, quindi gli Stati Uniti. Si può osservare il grafico giornaliero del rendimento del T-Note a 10 anni a partire da inizio anno:



Sul grafico viene evidenziato un Oscillatore utile a definire la fase ciclica. Come si può notare, il rendimento del T-Note appare in decisa ascesa a partire dal minimo di inizio agosto (vedi freccia). La salita ha spinto i rendimenti da poco più dell’1,1 per cento, fino a superare l’1,5 per cento. Un’ascesa rilevante. Ritengo che l’aumento di questo rendimento sia legato soprattutto a due fattori:
1- l’Inflazione elevata, divenuta sempre più evidente dall’aprile scorso;
2- l’aumento dei rendimenti generalizzato dei Bond, soprattutto il segmento degli High Yield, in relazione al caso Evergrande, il colosso immobiliare cinese.
La cosa che va sottolineata è che questo rialzo persiste malgrado la Fed stia proseguendo nel suo piano di acquisto di Bond mensili. 

Con quali conseguenze in prospettiva?

Anche dal punto di vista ciclico, l’Oscillatore in figura segnala una fase di crescita di momentum di una certa rilevanza. Quanto più ci sarà un avvicinamento alla soglia di rilievo del 2% di rendimento, tanto più i Mercati Azionari potrebbero subire delle ripercussioni. Infatti, i vari gestori saranno stimolati, per non dire obbligati, a mutare la composizione dei loro portafogli avendo questo dato tra gli elementi fondamentali da soppesare. In sintesi, questo è il principale “orologio Intermarket” da cui partire.

Di cos’altro si parlerà nel webinar?

Cercherò di illustrare quali effetti hanno avuto i rialzi dei prezzi delle Commodities sull’inflazione, ben sapendo che in realtà è figlia di molti altri fattori. Poi parlerò del fatto che ci sono Commodities come l’Oro che non contribuiscono all’Inflazione, ma ne sono pesantemente influenzati e quindi farò un approfondimento prospettico sul comparto dei Metalli Preziosi.

E per quanto riguarda le Borse?

Vedremo come proseguirà la fase di indebolimento generale dei principali Indici Azionari. Attualmente siamo in una fase correttiva partita dai massimi del 6 settembre, cui è seguita una chiara sequenza di massimi e minimi decrescenti. Al momento tale fase correttiva sembra solo un rallentamento del trend rialzista, ma potrebbe anche tramutarsi in qualcosa di ben più accentuato.

 
 

Pubblicato il 04/10/2021

We use necessary cookies to make our site work. We would also like to set optional cookies to improve our site, bring you more features and advertising. For more information on how we use cookies please see our cookie policy.